“Il libro e il quadro”

“Il Libro e il Quadro, l’incontro di due energie”. É il titolo della personale di pittura di Antonietta Meneghini allestita nella sede dell’Associazione “Vivere l’Arte….l’Arte di Vivere”, in via Dante 136 a Thiene aperta fino a domenica 30. La mostra è il fulcro dell’evento culturale in programma domani, sabato, ore 18, con la presentazione del libro “La Terra Insonne” di Francesco Arleo, le letture di Giampiero Pozza e l’omaggio della pittrice ai presenti, Al centro dell’atelier troneggia “Il Gioco”, l’opera che ha ispirato Arleo. Da uno sfondo cupo, tra cumuli di macerie, si fa avanti un bimbo con la sua palla rossa. Arleo si rivede bambino nel 1980, durante il terremoto in Basilicata, quando “una grossa zolla d’anfratti e di paesi venne scutuliata, scrollata, come un setaccio di grano”. Dal quaro di Antonietta dunque, poi diventato copertina do “La Terra Insonne”, nesce il libro di Francesco. Antonietta Meneghini rivela una pittura minuziosa, una ricerca pittorica che lascia intravedere i segreti che ogni animo nasconde dietro le quotidiane espressioni. I suoi sono ritratti dell’essere, dell’interiorità, volti e sguardi che si aprono alla fantasia, al vedere dietro e oltre, grazie alle trasparenze che danno nuove dimensioni e che sono l’immaginario. Nata a Laives (BZ), vice e lavora a Thiene, passando dai successi sportivi della pallacanestro, a quelli del lavoro e della famiglia, per realizzarsi infine nell’arte ottenemdo premi importanti e lusinghieri consensi dal pubblico e dalla critica.

Critico: LUCIA PORRA
in Giornale di Vicenza, 29 Giugno 2013

altre critiche

Gente Veneta

Pittura apollinea, immersa in uno stato di calma bellezza, pittura che diviene pura apparizione, risolta dall’artista con gli strumenti classici del passato: grande capacità grafica e proprietà coloristiche.

leggi tutto

“Il libro e il quadro”

“Il Libro e il Quadro, l’incontro di due energie”. É il titolo della personale di pittura di Antonietta Meneghini allestita nella sede dell’Associazione “Vivere l’Arte….l’Arte di Vivere”, in via Dante 136 a Thiene aperta fino a domenica 30. La mostra è il fulcro dell’evento culturale in programma domani, sabato, ore 18, con la presentazione del libro “La Terra Insonne” di Francesco Arleo, le letture di Giampiero Pozza e l’omaggio della pittrice ai presenti, Al centro dell’atelier troneggia “Il Gioco”, l’opera che ha ispirato Arleo. Da uno sfondo cupo, tra cumuli di macerie, si fa avanti un bimbo con la sua palla rossa. Arleo si rivede bambino nel 1980, durante il terremoto in Basilicata, quando “una grossa zolla d’anfratti e di paesi venne scutuliata, scrollata, come un setaccio di grano”. Dal quaro di Antonietta dunque, poi diventato copertina do “La Terra Insonne”, nesce il libro di Francesco. Antonietta Meneghini rivela una pittura minuziosa, una ricerca pittorica che lascia intravedere i segreti che ogni animo nasconde dietro le quotidiane espressioni. I suoi sono ritratti dell’essere, dell’interiorità, volti e sguardi che si aprono alla fantasia, al vedere dietro e oltre, grazie alle trasparenze che danno nuove dimensioni e che sono l’immaginario. Nata a Laives (BZ), vice e lavora a Thiene, passando dai successi sportivi della pallacanestro, a quelli del lavoro e della famiglia, per realizzarsi infine nell’arte ottenemdo premi importanti e lusinghieri consensi dal pubblico e dalla critica.

Critico: LUCIA PORRA
in Giornale di Vicenza, 29 Giugno 2013

altre critiche

Gente Veneta

Pittura apollinea, immersa in uno stato di calma bellezza, pittura che diviene pura apparizione, risolta dall’artista con gli strumenti classici del passato: grande capacità grafica e proprietà coloristiche.

leggi tutto